le 5 cure migliori per i problemi respiratori

Victoria Borodinova from Pexels

Oggi volevo parlarvi dei 5 metodi migliori per curare i problemi respiratori….sempre con l’acqua!!!

5 Rimedi semplici che con pochi accorgimenti, precauzioni e pazienza potremo sempre utilizzare in caso di problematiche …

Mediante apparecchiature dedicate si possono far arrivare i principi attivi, contenuti in molte acque minerali, nelle mucose delle vie respiratorie e all’orecchio medio.

Diverse sono le modalità di erogazione delle terapie termali, e si differenziano soprattutto per le dimensioni delle particelle d’acqua; più queste saranno finissime e più agiranno in profondità all’interno de nostro organismo. E’ ovvio che ogni acqua termale deve essere utilizzata sempre con un consiglio medico per trovare la soluzione adatta e l’acqua adatta.

ecco le soluzioni 1 per 1:

INALAZIONI CALDO-UMIDE; tramite un apparecchio idoneo un getto di vapore porta con se l’acqua termale vaporizzandola in particelle di circa 100um (un millesimo di millimetro), ci si posiziona di fronte all’apparecchio , a circa 20-25 cm dal beccuccio erogatore ed inala dal naso il vapore. L’inalazione di ferma nelle parti alte delle vie respiratorie (faringe, laringe, naso)

DOCCE NASALI MICRONIZZATE: sono effettuate al posto della consueta irrigazione nasale che spesso é irritante per le mucose stesse soprattutto quando é presente lo zolfo contenuto nelle acque solfate. Le docce riducono il volume delle particelle di acqua e permettono l’assorbimento dei principi nutritivi. Sono perfette per i bambini.

AEROSOL : ci sono moltissimi apparecchi per effettuare questa pratica, e si differenziano soprattutto per le dimensioni delle particelle ottenute. Quelli più famosi utilizzano aria compressa filtrata e sterilizzata che produce particelle di spessori differenti, quelle superiori ai 5um (aerosol termico) si fermano alle vie aeree superiori (naso,laringe,faringe), quelle tra i 5 ed i 2um (aerosol a ultrasuoni) riescono ad arrivare alla mucosa tracheo-bronchiale, mentre quelle di circa 1um (aerosol ionico) arrivano alle aeree respiratorie inferiori dei polmoni. Il paziente a seconda della patologia potrà utilizzare, su indicazione medica , una mascherina, una forcella nasale o un boccaglio collegati all’erogatore. Ogni accessorio varierà a seconda dell’uso più adatto per i disturbi e dove é localizzato. Ogni seduta deve essere di almeno 10-15 minuti.

NEBULIZZAZIONI: sono trattamenti solitamente di gruppo, i pazienti riuniti in una stessa stanza respirano le acque termali che vengono nebulizzate nell’aria; la camera di nebulizzazione può avere differenti concentrazioni di umidità ed inoltre il trattamento può iniziare con 5-15 minuti ed arrivare a 45-60 minuti.

HUMAGE: questo metodo impiega solitamente solo i gas che si sviluppano dalle acque termali. A differenza degli altri trattamenti le particelle acquose sono molto scarse, si può effettuare singolarmente o di gruppo in stanze idonee. Questa terapia lavora su tutto l’apparato respiratorio.

E’ importante però continuare anche a casa con le terapie e ciò é possibile grazie agli aerosol casalinghi; dalle terme o in farmacia si potrà acquistare l’acqua e procedere, seguendo le istruzioni ed i consigli del medico, la terapia benefica iniziata al centro termale.

Ciao io sono Niki…se ti é piaciuto il mio articolo continua a seguirci su Telegram ed Instagram . A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: